L’occhio di san Ciriaco

Bulli per noia. Abitano nelle nostre case, frequentano le nostre scuole e forse anche i nostri oratori e le nostre parrocchie. Attaccano i deboli, le cronache ci riferiscono che alcuni hanno aggredito una disabile, in Piazza Roma e colpito chi era corso in suo aiuto. Altri hanno attaccato un giovane peruviano, alle Grazie, costringendolo alle cure dei sanitari. Altri, tanti altri si sono scontrati come osano fare le bande lungo corso Garibaldi durante “lo struscio”.
Molti dei grandi, anagraficamente parlando, molto più grandi e legati con loro da vincoli di parentela, hanno tagliato corto sostenendo che è la noia la colpevole degli avvenimenti.
Potrebbe anche essere, ma la crescita dei figli è affidata ai genitori, agli educatori, ai formatori, alla società tutta ed in questa società qualcosa non funziona più come avrebbe dovuto funzionare.
Quassù sulla sommità del Colle Guasco ci sono spazi che aiutano ad adorare il creato e il Creatore a vivere meglio superando la noia.

Print Friendly, PDF & Email